What’s New in Italy
Ordigno in metropolitana a Londra: è terrorismo

Ordigno in metropolitana a Londra: è terrorismo

Fatto saltare in aria in un vagone un secchio di plastica: 18 i feriti, nessuno in gravi condizioni. Smentita la notizia di un secondo ordigno disinnescato

Nuovo attentato terroristico a Londra, nella metropolitana. Alle 8.20 (le 9.20 in Italia), c’è stata un’esplosione a bordo di un treno sulla District Line, all’altezza della fermata di Parsons Green, Fulham. Gli inquirenti, poco dopo, hanno parlato di “atto di terrorismo”.

Al momento i feriti sono una ventina. A saltare in aria, nell’ultimo vagone del convoglio, un secchio di plastica. Testimoni hanno parlato di una palla di fuoco. Secondo il vice commissario Mark Rowley, responsabile per l’antiterrorismo, l’ordigno era rudimentale. La maggior parte dei feriti sono rimasti ustionati da una fiammata o contusi.

Si sono subito messi in moto i servizi d’emergenza in Gran Bretagna. Il premier Theresa May ha convocato il comitato Cobra (Cabinet Office Briefing Room), che coordina le emergenze nazionali. E ha detto: “I miei pensieri vanno ai feriti a Parsons Green e ai servizi di soccorso che stanno rispondendo coraggiosamente all’atto terroristico”.

Successivamente, si era sparsa la notizia di un secondo ordigno, disinnescato, così come di un uomo armato di coltello in fuga, ma Scotland Yard non ha confermato nessuna delle due notizie. Chiedendo alla popolazione massima attenzione e la segnalazione di qualsiasi sospetto. La zona è stata naturalmente evacuata e transennata. Per sicurezza, i passanti e gli avventori di bar e negozi sono stati temuti nelle cantine. Il sindaco Sadiq Khan, ha emesso un comunicato: “Come Londra ha dimostrato di nuovo, non saremo intimiditi o sconfitti dal terrorismo. Condanna completa per gli orribili individui che tentano di usare il terrore per danneggiarci e distruggere il nostro modo di vivere”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *