What’s New in Italy
Infezione da Chikungunya: Asl 2 Roma sospende donazioni di sangue

Infezione da Chikungunya: Asl 2 Roma sospende donazioni di sangue

Maxi emergenza nella capitale per la mancanza di sacche di sangue, il sindaco Raggi firma l'ordinanza per la disinfestazione da zanzare tigre

Dopo i due casi di Chikungunya, evidentemente più gravi di quello che si pensava all’inizio, l’Asl 2 di Roma ha sospeso le donazioni di sangue, provvedimento che riguarda 1,2 milioni di romani (parte est e sud della città). La decisione arriva direttamente dal Centro Nazionale Sangue – Istituto Superiore di Sanità. Sospese le donazioni anche nella zona di Anzio, dove nei giorni scorsi c’è stato un focolaio.

Nel resto del Lazio, essendoci meno rischi di infezione, al sangue verrà comunque applicata una quarantena di cinque giorni se il donatore ha soggiornato in una delle due città colpite. A livello nazionale, i donatori che sono passati nei comuni interessati dovranno sottostare a una sospensione di 28 giorni.

A Roma, a causa del blocco, ora scatta l’emergenza sangue. Si prevede una carenza di 200 – 250 sacche di sangue nei prossimi giorni, paragonabili a una maxi emergenza. “Al fine di supportare la Regione Lazio, si invitano tutti i responsabili delle Src (Strutture regionali di coordinamento) ad attivare la compensazione interregionale secondo le indicazioni e i criteri stabiliti dal Piano strategico nazionale per le maxi emergenze, configurandosi le ricadute dell’evento epidemico sul sistema sangue laziale alla stregua di una maxi emergenza”. Il Piano prevede che ogni regione abbia una scorta di sangue dedicata, da utilizzare in caso di eventi come terremoti o incidenti con molti feriti.

Il sindaco di Roma, Virginia Raggi, ha intanto firmato l’ordinanza “per contrastare l’emergenza sanitaria dovuta ai casi sospetti e accertati di Chikungunya, trasmessi dalla zanzara tigre, non solo su suolo pubblico, ma anche su quello privato”. Gli interventi straordinari di disinfestazione sono già iniziati, con trattamenti larvicidi a seguito delle prime segnalazioni di venerdì scorso. Gli interventi saranno anche adulticidi in alcuni casi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *