Il gelato più buono del mondo è umbro

Il gelato più buono del mondo è umbro

Alessandro Crispini ha vinto il 'Gelato World Tour' sbaragliando la concorrenza con un gusto di tre pistacchi siciliani e fior di sale di Cervia

Il gelato più buono del mondo arriva dall’Umbria, più precisamente da Spoleto. Ed è al gusto di pistacchio. La finale del ‘Gelato World Tour’ ha visto prevalere Alessandro Crispini della Gelateria Crispini. Sono stati 36 i gelatieri di tutto il mondo che, proponendo altrettanti gusti, si sono dati battaglia dopo aver già vinto le diverse tappe estere della competizione.

La giuria ha valutato sapore, struttura e presentazione. Crispini ha usato uno speciale blend di tre varietà di pistacchi siciliani, due di Bronte e uno dell’agrigentino, aggiungendo fior di sale di Cervia. La ricetta segreta che lo ha portato in trionfo. Poi ha detto: “Il pistacchio potrebbe sembrare un gusto banale, ma attraverso lo studio approfondito delle materie prime ho creato qualcosa di solo apparentemente semplice. Le tre varietà di pistacchio vanno tostate per 24 ore, poi scottate con zucchero e bacche di vaniglia del Madagascar. Sono onorato che sia stato apprezzato”.

Un po’ di Italia anche al secondo posto. Guido e Luca De Rocco, padre e figlio di origini italiane ma residenti in Germania, hanno proposto ‘Tributo alla Serenissima’, ossia sorbetto di uva fragola con noci caramellate, dedicato al Veneto, che è la loro terra d’origine. Sul podio, al terzo posto, la colombiana e giovanissima Daniela Lince Ledesma, con ‘Amor-Acuyà’: frutto della passione, panna e cioccolato colombiano al 65 per cento.

Sui 36 gelati in gara nella finale, ben quattro erano al pistacchio, in altri due c’era nella ricetta insieme ad altri ingredienti, come zafferano e pistacchio con scorza di limone del concorrenti americano Gianluigi Dellaccio, o come fragola, rosa mascarpone e pistacchio del giapponese Akira Hattori.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *