What’s New in Italy
Anno scolastico 2017/2018: oggi prima campanella in 5 regioni

Anno scolastico 2017/2018: oggi prima campanella in 5 regioni

Entro il 15 settembre sui banchi di scuola tutta Italia. Mancano ancora 100 mila supplenti, il liceo l'indirizzo preferito dai ragazzi delle superiori

Oggi primo giorno di scuola per cinque regioni italiane. Campanella e tutti in aula in Piemonte, Trentino Alto Adige, Basilicata, Friuli Venezia Giulia e Abruzzo. Da domani, e fino al 15 settembre, inizierà l’anno anche nelle altre regioni. Gli ultimi a entrare in classe saranno gli alunni di Emilia Romagna, Lazio, Marche, Puglia e Toscana. Ultima campanella, invece, dal 7 al 12 giugno del 2018.

I primi problemi saranno in cattedra. Mancherà all’appello buona parte dei 100 mila supplenti che dovrebbero lavorare in 370.697 classi. Nel giro di qualche settimana, però, l’ingranaggio dovrebbe oliarsi. Gli alunni delle statali sono quest’anno 7.757.849, 58 mila in meno dello scorso anno. In particolare il Sud si sta svuotando, con Campania e Sicilia a fare da capofila dell’abbandono. Ci saranno 10 mila studenti disabili in più dell’anno scorso: 234.658 contro i 224.509.

I docenti in servizio saranno oltre 800 mila. Il liceo fa la parte del leone tra gli studenti: il 47 per cento di loro frequenterà questo indirizzo superiore (classico, scientifico, linguistico, artistico, musicale/coreutico, delle scienze umane). Il 32 per cento è iscritto agli istituti tecnici, il 21 per cento a quelli professionali. L’anno porterà a regime pure l’alternanza scuola-lavoro per gli allievi: un milione e mezzo quelli coinvolti.

Altre novità: gli esami di terza media hanno meno prove scritte, i test Invalsi, nelle secondarie di primo grado, si terranno entro il mese di aprile.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
Tag utilizzati:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *