Paolo Nespoli: terza volta tra le stelle

Paolo Nespoli: terza volta tra le stelle

Diventerà l’astronauta europeo più anziano ad andare in orbita

Paolo Nespoli ha 60 anni e il 28 luglio decollerà con destinazione Stazione Spaziale Internazionale (Iss) insieme ai colleghi Randy Bresnik (americano) e Serghej Rjazanskij (russo). Per lui sarà la terza volta nello spazio e in più in quel momento diventerà l’astronauta europeo più anziano ad andare in orbita.

“Si può parlare di record mondiale – sottolinea in un’intervista a Repubblica – John Glenn andò nello spazio a 77 anni, ma per un volo sullo Shuttle di pochi giorni. Io starò in orbita sei mesi. Ma non è un mio record. Oggi tecnologia, scienza e medicina permettono di lavorare al massimo anche alla mia età”. E questo, sottolinea, è un aspetto da non sottovalutare perché “per le agenzie spaziali è importante mandare in orbita qualcuno con esperienza. L’esperienza non arriva gratis. Costa anni di lavoro”.

Numerose le attività che svolgerà durante la sua permanenza sull’Iss: “Per l’Agenzia spaziale italiana condurrò 13 esperimenti, altri ne effettuerò per quella europea, ma lavorerò anche ad attività americane o giapponesi. Non volo come italiano, ma come membro dell’Iss”.

Secondo Nespoli se si superassero le divisioni tra diverse agenzie si potrebbero ottenere risultati molto più importanti. “Marte è alla nostra portata – dichiara a Repubblica -. Se ci impegnassimo come specie umana e non come americani, russi o europei, tra 10 o 15 anni potremmo andarci”.

L’obiettivo personale di Nespoli per la prossima missione “è essere ‘il miglior astronauta possibile’ che segue le istruzioni del centro di controllo senza fare errori. Fare una passeggiata nello spazio non mi dispiacerebbe, finora non ci sono mai riuscito, ma non è l’obiettivo primario”.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *