Cellulare alla guida: arriva il ritiro della patente immediato

Cellulare alla guida: arriva il ritiro della patente immediato

Il decreto legge potrebbe essere approvato già entro maggio

Ritiro della patente immediato se si viene trovati a utilizzare il cellulare mentre si guida, sia che si stia telefonando senza le apposite precauzioni (vivavoce o auricolari) sia che si stia chattando. E’ questo il decreto a cui sta lavorando il governo e che potrebbe essere varato già entro il prossimo mese. Ad annunciarlo il vice ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Riccardo Nencini.

Un inasprimento dell’attuale norma che è stato pensato proprio per ridurre il numero di incidenti che sono dovuti all’uso improprio del cellulare: ad oggi questi rappresentano il 20% del totale (dati Ania).

“Siamo di fronte a una vera e propria emergenza – sottolinea a ‘La Stampa’ il direttore nazionale della stradale, Giuseppe Bisogno – c’è un’intera generazione che arriva alla guida abituata a usare il cellulare da quando aveva 11, 12 anni e continua a farlo anche al volante, senza alcune cautela”.

Al momento l’automobilista che viene trovato a utilizzare il cellulare mentre è alla guida del veicolo, secondo quanto previsto dal Codice della strada, si vede infliggere un’ammenda tra i 160 e i 646 euro (importo ridotto a 112 euro se viene pagato entro cinque giorni) e la decurtazione di cinque punti dalla patente; la sospensione del documento di guida è prevista soltanto qualora lo stesso soggetto compia un’ulteriore violazione nel corso di un biennio ed è prevista per un periodo che va da uno a tre mesi.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Articoli correlati

Lascia un commento

Devi avere eseguito l'accesso per pubblicare un commento.